Monitoraggio ottico acquedotto del Simbrivio




GHT Photonics ha realizzato un sistema di monitoraggio ottico continuativo del serbatoio ad altipiani di Arcinazzo (Roma), una delle strutture dell’acquedotto del “Simbrivio”.




Il serbatoio ha una capacità di accumulo di circa 11’000 metri cubi ed una quota sul livello del mare a massimo livello idrico di 867 metri ed è stato progettato per garantire la continuità del sistema di acquedottistico della zona, nonché per aumentarne la portata. L’altezza totale del serbatoio è di circa 7 metri, mentre l’altezza idrica utile è di 5,5 metri.

Le forze dovute alle pressioni in gioco sulle pareti portanti provocano delle piccole deformazioni che sono rilevate dal sistema di monitoraggio installato da GHT Photonics. Il sistema ha una doppia finalità, sia per il controllo che per la prevenzione di incidenti. Arcinazzo è infatti una zona sismica ed in caso di movimenti tellurici sarà possibile misurare le sollecitazioni dell’edificio sia prima che dopo l’evento, in modo da poterne desumere la stabilità ed agibilità.

L’impianto è formato da un totale di 48 sensori in fibra ottica a reticolo di Bragg di produzione Micron Optics customizzati, collegati tramite 4 diverse dorsali ad un unico sistema di interrogazione. I sensori sono stati posizionati in modo da reperire informazioni uniformemente da entrambi i piani dei due serbatoi che compongono l’edificio. È dunque possibile rilevare anche spostamenti localizzati sui singoli muri.

GHT Photonics, collaborando anche con il politecnico di Milano, ha gestito l’intera realizzazione del progetto dalla stesura dei disegni tecnici per il posizionamento, all’acquisizione della strumentazione necessaria, alla sua installazione.

Se si desidera maggiori informazioni su altre possibili applicazioni della stessa tecnica, lo staff del settore monitoraggio sarà lieto di rispondere alle vostre richieste.

I commenti sono chiusi.

Copyright © 2011 GHT Photonics srl - P.IVA 03833540283. Tutti i diritti Riservati Designed by my-lab